Retroscena Valtur Un piano per risalire

Un piano di lungo respiro per ridare fiato e speranze a Valtur.
Andrea Bonomi ha ormai definito che non basteranno le classiche tre stagioni per rimettere la società sul giusto binario.

Per questo motivo sta cercando uomini e strade capaci di tenere duro anche di fronte alle inevitabili difficoltà legate al piano a lungo raggio.

Carlo Gagliardi

Carlo Gagliardi

A capo di Valtur ha piazzato Carlo Gagliardi (nella foto), avvocato di buone relazioni e vicino a Bonomi sin dai tempi della Banca Popolare di Milano, uno capace nel 2008 di vincere il premio come ‘Avvocato Emergente’ dell’anno in Italia.

Gagliardi sa muoversi in maniera elegante nello scivoloso mondo della finanza e, in queste settimane, è molto attivo anche nel settore turistico, incontrando manager e capitani d’azienda.

L’avvocato non si accontenta e vuole capire a cosa va incontro Valtur se decide di alzare il tiro. Gagliardi non nasconde, infatti, che l’operatore dovrà posizionarsi su una fascia alta di mercato per cercare presenze e ricavi fuori dai confini nazionali.

Per questo in Valtur non si parla più di piano triennale, ma di un progetto di lunga gittata che dovrà spingere l’azienda in alto nei prossimi 5 anni.

Intanto in questa prima stagione estiva sarà necessario mantenere attivo il brand e sconfiggere almeno in parte la diffidenza che serpeggia tra addetti ai lavori e vacanzieri. E in molti si sono affrettati a spedire dossier a Lugano per convincere Bonomi ad aprire ancora la cassaforte per ampliare la sua offerta nel settore turistico.

L’idea sembra stuzzicarlo, perché Valtur ha bisogno di aumentare la squadra dei villaggi, scegliendo però strutture di buon livello. Operazione che tornerà a essere sotto la lente d’ingrandimento dopo l’estate.

Da qualche settimana Valtur ha inoltre riaperto il Tanka Village che “guarda alla fascia alta, quella che fa guadagnare anche nel turismo – ha detto recentemente Gagliardi –. Vogliamo dare un segnale a tutto il mercato spiegando che nei prossimi anni Valtur farà di tutto per entrare nel segmento alto della villaggistica”.

Possibile che, a quel punto, si possa aprire una trattativa con qualche azienda del comparto con un profilo da villaggista e capace di attrarre una tipologia di clientela alto spendente.

Gagliardi, interpellato sulla questione, non ha negato. Ha fatto un sorriso…

Pin It

Richiedi Informazioni