Il Mercato Europeo arriva a Empoli

Il Mercato Europeo arriva a Empoli

Il Mercato Europeo arriva a Empoli

1-2-3 Aprile prodotti e sapori d’Europa protagonisti all’evento di FIVA – Confcommercio

al via la mostra Mercato Europeo con oltre cento stand, mercato europeo da previste 50mila presenze

Un esercito colorato che scenderà su Empoli da tutta Europa. È l’immagine più adatta per descrivere il I° mercato internazionale ‘Prodotti e sapori d’Europa’ organizzato da FIVA –Confcommercio e Confcommercio Firenze con il patrocinio del Comune di Empoli e la collaborazione dell’associazione Centro Storico Empoli.

Un’invasione variopinta che per 3 giorni – dal 1 al 3 Aprile 2016 dalle 9:00 alle 24:00, in Piazza Matteotti e Piazza Ristori – sarà il grande evento di una stagione primaverile in apertura.

Una piazza cosmopolita i cui tratti più esotici avranno le bandiere di Israele, dell’Ecuador, della Lituania. Ma i pezzi forti verranno dal cuore del Vecchio Continente. A farla da padrona sarà la gastronomia mitteleuropea. Da Salisburgo un trio di specialisti del palato offrirà le specialità tradizionali tirolesi e austriache: canederli e speck affumicato, salsicciotti per tutti i gusti, torta sacher e i deliziosi brezen, il pane tipico del Tirolo, normalmente salato, ma anche ricoperto di cioccolato o ripieno di mele. Protagonista anche lo strudel in tutte le sue varianti: alla mela, alla frutta, alla cannella.

Per appetiti più robusti, invece, sembra fatto apposta il grill gigante del tedesco Markus Foog, direttamente da Amburgo. Qui tutto è di misura maxi: i wuerstel anche da mezzo chilo, gli spiedini di mezzo metro, fino ai colossali stinchi di maiale che ti porti via con 10 euro. Roba per stomaci capienti. Come la carne della Turingia aromatizzata alla birra scura e gli immancabili sauerkraut, naturalmente accompagnati da birra a fiumi.

Più delicate ma non meno gustose le polpette di ceci e spezie – le celebri falafel – dell’israeliano Rafael Or. Che propone menù con carne di agnello, ma anche chi mangia vegetariano trova pane per i suoi denti. Tutto preparato all’istante, sotto gli occhi dei visitatori.

Dalla Russia arrivano invece le ricercatezze di questo Mercato, pezzi forti per gli appassionati e gli intenditori: vodka e caviale nero. L’ideale per un regalo di pregio, da fare – perché no? – anche a se stessi.

Il Mercato Europeo non è solo per chi ha fame. Per i bambini, uno stand da non perdere è quello di ceramiche artigianali lituani. Coloratissime, originali, fatte rigorosamente a mano, più volte hanno stravinto il premio per il banco più originale. Romas Mekisa, l’inventore, ora ha affiancato alle sue creature dei CD-ROM che illustrano i mille modi di giocare con loro.

Per chi ama arredare la casa secondo il tradizionale e prestigioso stile british, allora niente di meglio delle porcellane inglesi. Prodotte da un consorzio di artigiani dello Staffordshire che lavorano come si faceva nell’Ottocento, hanno più volte fatto il pieno di gradimento. Piatti, vassoi, vasi, tazze di tutte le misure sono andate a ruba: non di rado Jason Miller è tornato a casa senza più una teiera; senza un barattolo delle celebri confetture inglesi (al lampone, alla fragola, all’arancia: tutte da provare) o senza una confezione di cheddar, l’unico formaggio britannico (piccante o dolce) conosciuto in tutto il mondo.

Resta da dire che in questo serpentone coloratissimo, suggestivo, non saranno da meno gli operatori italiani. Presenti col meglio del meglio, tra alimentari e non. Grappa veneta e friulana, peperoncini di Calabria, sott’olio e non, ripieni e non, pasticceria siciliana, salumi, formaggi, birra artigianale non pastorizzata. Stampe d’epoca, complementi d’arredo, giochi di prestigio e tanto altro. Una kermesse molto attesa e circondata d’entusiasmo, c’è da scommetterci.

L’inaugurazione ufficiale dell’evento – a cui gli organi di stampa sono invitati a partecipare – è fissata per venerdì 1 Aprile alle ore 12:00 in Piazza Matteotti con il taglio del nastro alla presenza degli organizzatori e dei rappresentanti delle istituzioni.

30/03/2016 20.25
Comune di Empoli