Google consiglia i viaggi

nasce Google Destinazioni

nasce Google Destinazioni

Google rivoluziona la pianificazione del viaggio: nasce Google Destinazioni.
Pubblicità

Dopo Booking, anche BigG lancia un nuovo strumento per ispirare e guidare gli utenti nella programmazione di un viaggio. Presentata ieri, la nuova interfaccia permette agli utenti di digitare sul proprio smartphone una query di ricerca, anche molto generica, e ricevere approfondimenti sulle destinazioni e sul periodo migliore per viaggiare, con le indicazione dei costi di voli e hotel.

Il servizio è già attivo sul mobile e sembra che non riguarderà, neanche in futuro, le ricerche da desktop.

Digitando “vacanze in America”, ad esempio, già oggi, Google restituisce all’utente una schermata con le destinazioni principali e, per ogni città, due strumenti: “esplora” e “pianifica un viaggio”, che individua l’aeroporto più vicino, i voli disponibili e le proposte degli hotel.

Le Ota, almeno per il momento, possono stare tranquille. Google le aveva già rassicurate sulle sue intenzioni: fornire assistenza al viaggiatore e non transare direttamente. In Google Destinazioni, infatti, ritroviamo, per ogni hotel, le stesse informazioni fornite dell’estinto Google Hotel Finder: recensioni, caratteristiche principali e le offerte delle varie Ota, verso i cui portali vengono poi indirizzati gli utenti.

Ancora non è chiaro come il colosso di Mountain View voglia commercializzare la nuova interfaccia, ma appare chiaro che la sua intenzione principale sia quella di monopolizzare il processo di pianificazione del viaggio, in modo che cominci e finisca su Google, consolidando così la sua leadership nel travel online e rendendo sempre più indispensabile la sua ‘intermediazione’.