del día de descanso forzado

20° giorno di viaggio 8 dicembre 2016 PATAGONIA COAST TO COAST appunti in viaggio di Paolo Pagni da Azul a Bhaia Blanca

Il 20º giorno di viaggio, uscito dall’albergo grand hotel Azul e arrivato al primo incrocio mi si è presentato un signore in macchina che si è fatto il segno della croce… mmmm… 1°segno, 2°segno è freddissimo perché tira un vento #Patagonico ovviamente dai ghiacciai del sud, 3°segno la Carrettiera 3 è pericolosissima anche oggi i camionisti ci sono e non fanno festa.

 

Prendo la decisione più sensata, quella del buon padre di famiglia e dopo circa 10 km decido di tornare indietro: Enrico è con me.

Prima cerco il treno, ma ad Azul il treno c’è solo il venerdì e la domenica, il primo parte domani alle 1:30 di notte.

Uscendo dalla stazione vedo una centrale degli autobus, chiedo e sembra che la soluzione sia a portata di mano: partenza ore 13:30 destinazione Baya Blanca. Oggi forse è primo giorno di resa, o di buon senso, su un viaggio così lungo ed impegnativo, ci vuole molto buon senso per riportare la buccia a casa.

 

Oggi un miraggio, una montagna! Dopo 20 giorni di cammino, prima montagna in avvistamento, la Sierra de las Ventana. Ma vi assicuro che non sarà l’ultima, tra un mesetto le Ande sono lì ad aspettarci.

Il nostro Spagnolo arcaico, rispetto a quello argentino è quasi arabo…!